Viareggio, immigrato molesta bambino in spiaggia: castrazione chimica

“Non vorrei mai leggere notizie come quella che segnala un chiaro tentativo di molestia sessuale nei confronti di un bimbo sulla spiaggia di Viareggio-afferma, con grande amarezza ed indignazione, Elisa Montemagni, Consigliere regionale della Lega Nord.” “Individui di questo tipo-prosegue il Consigliere-dovrebbero essere messi, dunque, in condizione di non nuocere, azzerando i loro appetiti sessuali che, addirittura, in questo caso specifico sono rivolti a bambini in tenera età.” “Oltretutto-precisa l’esponente leghista-pare che questo immigrato senza permesso di soggiorno, sia pure recidivo e quindi il suo tempestivo arresto, un plauso ai Carabinieri per il pronto e risolutivo intervento, si è rivelato fondamentale per stoppare questa insana abitudine da parte del trentenne originario del Bangladesh.” “Ora-rileva Montemagni-dopo che l’uomo ha rischiato il linciaggio, ci auguriamo che la Giustizia faccia pienamente e velocemente il suo dovere, senza alcun sconto di pena per questo bieco soggetto.” “A nostro avviso-conclude Elisa Montemagni-un rimedio efficace resta quello della castrazione chimica che dovrebbe servire anche da monito nei confronti di chi si macchia di reati così ignobili.”