Pistoia: Don Biancalani vuole legalizzare la droga. Il prete “copertina” colpisce ancora…

“Invece che stendere un velo pietoso riguardo alla vicenda che ha coinvolto uno dei suoi assistiti-affermano Manuel Vescovi, Massimo Bartolomeo e Sonia Pira, rispettivamente Capogruppo in Consiglio regionale, Segretario provinciale e Commissario cittadino della Lega Nord-il solito Don Biancalani, che pare non disdegnare affatto la visibilità sui media, ecco rilanciare “l’ideona” di legalizzare le droghe leggere per uso personale.” “Di male in peggio-precisano gli esponenti leghisti-considerando che queste improvvide dichiarazioni provengono da un prelato.” “Sinceramente-sottolineano Vescovi, Bartolomeo e Pira-restiamo quantomeno interdetti dalle reiterate esternazioni del prete che, probabilmente, dovrebbe riflettere maggiormente prima di fare determinate affermazioni, visto che la droga è sinonimo di morte.” “Giustificare, poi, in qualche modo, il modus operandi del presunto profugo per la minima quantità di sostanza stupefacente a lui sequestrata-concludono amaramente Manuel Vescovi, Massimo Bartolomeo e Sonia Pira-ci sembra davvero inaudito e non degno sicuramente di un parroco che, tra l’altro, evidenzia come, essendoci un’amministrazione di Centrodestra ci siano spesso blitz nei giardini; per noi è un vanto e testimonia la discontinuità dalla precedente amministrazione.”