Massa, recita di Natale a porte chiuse: un’assurdità!

“Con sorpresa e disappunto-affermano Elisa Montemagni e Manuel Vescovi, Consiglieri regionali della Lega Nord-abbiamo appreso che in alcune scuole di Massa, principalmente nelle materne, i genitori non potranno assistere alla classica recita natalizia dei propri bambini.” “Una decisione-proseguono i Consiglieri-che riteniamo assurda ed inaccettabile, considerando che, in questo modo, si toglie una giusta opportunità a delle mamme e dei babbi di vedere all’opera i figli impegnati in una rappresentazione che, da sempre, corona la prima parte dell’attività didattica.” “Siccome-precisano gli esponenti leghisti-ciò sta avvenendo anche in altre parti d’Italia e due anni fa, la stessa cosa successe, per rimanere in Toscana, anche in Lunigiana, ci chiediamo quali siano le reali motivazioni che portano i dirigenti scolastici a prendere queste improvvide decisioni.” “Riteniamo, infatti-sottolineano i rappresentanti del Carroccio-che sia indegno questo tentativo, in atto da più parti, di osteggiare simboli universalmente noti come crocefisso e presepe, non permettendo, altresì, a dei genitori di prendere parte come spettatori alla tradizionale recita di Natale dei propri bimbi.” “Stando così le cose-concludono amaramente Elisa Montemagni e Manuel Vescovi-allora pensiamo che la rappresentazione natalizia scolastica perda effettivamente il proprio senso e scopo primario e quindi, dato che ci siamo, aboliamola del tutto….”