Lucca, malasanità: gli asportano il rene sano e non riceve alcun indennizzo

“Una probabile vicenda di clamorosa malasanità-affermano Manuel Vescovi ed Elisa Montemagni, Consiglieri regionali della Lega Nord-che si trascina da mesi e mesi, senza che lo sfortunato protagonista della vicenda abbia avuto giustizia.” “Un caso di una gravità inaudita-proseguono i Consiglieri-quanto accaduto ad un cittadino lucchese che è giustamente indignato di fronte ad una “svista” che ha sta avendo delle pesanti ripercussioni, sotto tutti i punti di vista, sulla vita di questo signore a cui hanno asportato il rene sano, in luogo di quello colpito da patologia tumorale.” “Tutte le successive ed onerose spese-precisano Vescovi e Montemagni-sono gravate sulle spalle del paziente che, ora, è ovviamente in difficoltà anche dal punto di vista economico.” “Nell’attesa-sottolineano gli esponenti leghisti-che vengano pienamente accertate le effettive responsabilità (riconoscendo l’eventuale relativo indennizzo) di chi ha commesso questo imperdonabile errore(è stata promossa un’indagine interna da parte dell’Asl? Con quali esiti?), chiediamo con una nostra interrogazione alla Giunta regionale che la persona, vittima di questa allucinante vicenda, sia sostenuta concretamente dalle Istituzioni competenti, supportandola per ogni esigenza di tipo sanitario, evitando, quindi, ulteriori salassi finanziari che non sono più sostenibili dal malato.” “Il nostro auspicato e concreto sostegno-concludono seccamente Manuel Vescovi ed Elisa Montemagni-deve essere attivato immediatamente, poiché è assurdo che possano avvenire drammi di questo tipo.”