Fusione Pergine-laterina: Lega coerente, PD opportunista

“In relazione alla fusione fra i comuni di Pergine e Laterina-afferma Marco Casucci, Consigliere regionale della Lega Nord-anche a fronte di un ricorso al Presidente della repubblica da parte del “Comitato per il no” di Pergine(dove per soli 19 voti ha prevalso il sì), avevamo chiesto di rimandare il dibattito in Commissione, ma la maggioranza, com’era prevedibile, ha bocciato la nostra iniziativa e quindi, dopo una ponderata analisi dei fatti, abbiamo deciso, per coerenza, di votare favorevolmente in merito alla predetta fusione.” “Resta il fatto, comunque-precisa l’esponente leghista-che da parte nostra al contrario del Pd, non saremo mai attratti da una “fusionomania” che, come più volte ribadito non risolve tutti i mali, come qualcuno, erroneamente, tende a far credere ai cittadini.” “Occorre, dunque-conclude seccamente Marco Casucci-essere, viceversa, prudenti quando si sbandierano presunti vantaggi derivanti dalle fusioni, tenendo ben presente che, una volta decisa, non è più in alcun modo reversibile…”